Morano: Al via lunedì 2 luglio la bonifica della “Dirupata”

Castrovillari, Lunedì 02 Luglio 2018 - 11:11 di Redazione Castrovillari

Morano: Al via lunedì 2 luglio la bonifica della “Dirupata”  

“Zero gomme”.  E’ il titolo di un progetto di bonifica ambientale dell’area compresa tra le contrade Terrarossa e Campotenese, redatto e voluto dal Gruppo Speleo del Pollino d’intesa con il Comune di Morano, il Parco Nazionale del Pollino e l’associazione sportiva Morano MotorSport”.  

Si tratta di un vero e proprio intervento di tutela e prevenzione attiva, finalizzato al recupero e smaltimento degli pneumatici abbandonati ai margini della strada e nei boschi della “Dirupata”, lungo il tracciato che ospiterà anche quest’anno la gara automobilistica di velocità in salita Morano/Campotenese, giunta all’ottava edizione e calendarizzata per venerdì, sabato e domenica 20, 21 e 22 luglio prossimi. Semplice, efficace e quanto mai opportuna, l’iniziativa mira, in primis a sanare il territorio dai deturpamenti cagionati dagli abusi e dagli atteggiamenti di pochi irresponsabili, restituendolo alla sua straordinaria bellezza, quindi a lanciare un inequivocabile messaggio culturale da valorizzare in ambito formativo. Le fasi operative avranno inizio lunedì 2 luglio e si protrarranno per una quindicina di giorni; vedranno impiegati nell’individuazione e raccolta dei copertoni un congruo numero di volontari.  

«E’ ancora vivo nella memoria quanto accaduto nel 2017 ai nostri boschi, sottoposti a un attacco senza precedenti, le cui ferite sono purtroppo ancora ben visibili e le cui conseguenze saremo costretti a fronteggiare a lungo – afferma il presidente del Gruppo Speleo del Pollino, Roberto Berardi. In quel triste, interminabile periodo abbiamo combattuto una guerra impari contro un disegno attuato con precise strategie criminali da un nemico subdolo e vigliacco, che troppe volte ha messo in difficoltà un apparato fresco di riforma. Ricordiamo tutti quanto abbiamo dovuto faticare per sottrarre alle fiamme abitazioni e aziende in c/da Terrarossa: e la presenza di gomme abbandonate non facilitò certo le operazioni di spegnimento. Ora ripulendo l’area da quei pericolosi rifiuti, da un lato rimuoviamo l’inquinamento, dall’altro eliminiamo un fattore di rischio. Nella speranza che nessuno si accanisca più contro la natura, e le istituzioni, le forze di polizia e le associazioni, i cittadini remino tutti nella stessa direzione».  

«La sensibilità verso talune problematiche – afferma il numero uno della Morano MotroSport, Mario Arcieri - soprattutto l’interesse verso questo tratto di strada a noi tanto caro, ci ha spinto ad aderire immediatamente alla proposta del Gruppo Speleo del Pollino. Siamo sicuri che unendo le forze possiamo dare un valido contributo all’ambiente».  

Un plauso agli speleologi moranesi giunge dal presidente del Parco del Pollino, Domenico Pappaterra, che in una nota scrive: «Sono molto grato al Gruppo Speleo per questa ulteriore prova di generosità. L’operazione zero gomme ricorda il mio trascorso di assessore regionale all’Ambiente, quando attuammo il progetto “Calabria pulita”, con la rimozione dagli alvei dei fiumi e da altri siti di tonnellate di rifiuti, in particolare di pneumatici abbandonati. Sono convinto che questa idea farà da traino ad altre analoghe iniziative anche in altri comuni del parco».   

“Riconoscenza”, è il sentimento manifestato dal sindaco di Morano, Nicolò De Bartolo. Nel ringraziare Roberto Berardi e soci per l’impegno profuso come volontari a vantaggio della collettività, il primo cittadino ha voluto sottolineare i «buoni uffici e la collaudata sinergia che da anni lega l’istituzione locale al Gruppo Speleo. Collaborazione e disponibilità autentica che si palesa in ogni situazione di necessità, dalle più facili alle più complesse, con spirito di sacrificio e qualche ammirevole rinuncia». Mi sembra oltremodo meritorio – dichiara De Bartolo -  il lavoro svolto dall’associazione guidata da Roberto Berardi, e la collaborazione della Morano MotorSport, per un’area che sarà protagonista fra breve di un evento sportivo di carattere nazionale. Così come reputo assai lodevole l’operato dell’assessore all’Ambiente Rosanna Anele, da poco membro dell’esecutivo, che ha già avviato diversi percorsi di miglioramento e sviluppo nel settore di competenza. Un ulteriore senso di amicizia e gratitudine rivolgo, altresì, alla locale stazione dei Carabinieri Forestali, coordinati dal Mar. Raffaele Belmonte, per i servigi resi alla comunità e realizzati anche con mezzi tecnologici di ultima generazione. Insomma – conclude De Bartolo - mi sembra davvero un formidabile paradigma di fattiva compartecipazione tra soggetti aventi mission e obiettivi simili. Noi ci siamo e ci saremo. Al contempo, però, auspichiamo che vengano assicurati alla giustizia piromani e trasgressori vari, che con le loro malefatte offendono il Creato e generano indignazione e dispiacere nella società civile».



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code